Gare ed appalti, le novità del 2024 per i microaffidamenti

A seguito della disciplina della digitalizzazione del Codice dei Contratti Pubblici, la trasparenza occupa un ruolo sempre maggiore nel mondo di gare ed appalti anche per i cosiddetti microaffidamenti.

L’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), con una nota del 10 gennaio 2024 pubblicata sul proprio portale, ha disposto la possibilità di poter utilizzare la Piattaforma dei Contratti Pubblici anche per gli affidamenti di importo inferiore a 5mila euro (cd. microaffidamenti).

Dopo l’introduzione della seconda versione del Fascicolo Virtuale dell’Operatore Economico (FVOE) divenuto pienamente operativo dal 1° febbraio 2024 – attualmente obbligatorio per affidamenti di importo pari o superiore ai 40mila euro – il FVOE sarà esteso anche agli affidamenti diretti di importo inferiore ai 5mila euro (cd. microaffidamenti).

A partire dal 1° ottobre 2024, infatti, sarà obbligatorio utilizzare le piattaforme certificate. Fino al 30 settembre, la Piattaforma dei Contratti Pubblici costituirà un’alternativa nel caso di difficoltà di ricorso alle piattaforme di approvvigionamento digitale certificate (PAD).

Hai già effettuato l’iscrizione al portale ANAC? Gioca d’anticipo per essere già in regola con i microaffidamenti!

Contatta i nostri professionisti su WhatsApp o tramite il nostro form!

Iscriviti alla nostra newsletter o leggi le nostre notizie sul nostro nuovo canale WhatsApp!

Autore

News recenti

Categorie

Finanza agevolata
×