Search
Close this search box.

Dal 1° luglio 2023 in vigore il nuovo codice degli appalti

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il d.lgs. 36/2023 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 31 marzo 2023 e contiene il nuovo codice degli appalti, che è entrato in vigore dal 1° luglio 2023 e va a sostituire il precedente d.lgs 50/2016; è previsto un periodo transitorio, durante il quale alcune norme del vecchio decreto saranno applicate fino al 31 dicembre 2023.

La principale novità del nuovo codice degli appalti riguarda soprattutto la digitalizzazione delle varie fasi ed informazioni riguardanti l’appalto pubblico.

Le stazioni appaltanti dovranno utilizzare obbligatoriamente i BIM (Building Information Modeling), ovvero piattaforme in grado di consentire l’interoperabilità tra le banche dati: l’ANAC, attraverso la sua Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici, gestirà e semplificherà la procedura. Tale cambiamento dovrà avvenire obbligatoriamente entro il 1° gennaio 2024.

Le stazioni appaltanti dovranno inoltre qualificarsi per le procedure di importi superiori a 500mila euro per l’affidamento diretto di forniture e servizi. Sono state confermate, infine, le soglie per l’affidamento diretto, già precedentemente aumentate a 140mila euro per gli appalti pubblici di forniture, servizi e per concorsi pubblici.

Assicurati di avere tutti i requisiti in regola per essere pronto a partecipare alle prossime gare: affidati ai nostri professionisti! Contattaci su WhatsApp o compila il nostro form!

Resta aggiornato su questa ed altre notizie iscrivendoti alla nostra newsletter!

Autore

News recenti

Categorie

Gare e Appalti pubblici
Buona Pasqua dallo staff di Gruppo ABT!
×