Search
Close this search box.

Contributi al 65% per l’ammodernamento dei frantoi campani

Contributi al 65% per l'ammodernamento dei frantoi campani
Tempo di lettura: 2 minuti

In data 31 ottobre 2023 è stato pubblicato il Decreto Dirigenziale n. 645 della Regione Campania relativo all’investimento 2.3 della Missione 2 Componente 1 del PNRR che prevede l’incremento della sostenibilità ambientale della filiera olivicolo-olearia attraverso contributi a fondo perduto per la sostituzione ed ammodernamento dei frantoi oleari campani.

Risorse disponibili

Le risorse a disposizione per questo bando ammontano a circa 6,49 milioni di euro.

Soggetti destinatari

I soggetti destinatari di questa misura sono imprese agroindustriali ed imprese agricole, incluse loro associazioni e cooperative, titolari di frantoi oleari che si occupino di estrazione di olio extravergine di oliva e che siano iscritte al Portale dell’olio di oliva del Sistema informativo Agricolo Nazionale (SIAN). La campagna olearia cui riferirsi è almeno una dei quattro anni: 2020-21, 2021-22, 2022-23, 2023-24. L’accesso al presente bando è consentito ad imprese che abbiano molito una quantità di almeno 3000 ql di olive nella campagna olearia di riferimento registrata sul portale SIAN e comunicata dal richiedente.

Linee d’intervento

Gli interventi finalizzati alla sostituzione/ammodernamento dei frantoi dovranno essere effettuati dopo la presentazione della domanda. Le spese ammissibili, come riportato nel bando, sono le seguenti:

  1. Acquisto di macchinari e attrezzature di estrazione a “2 o 3 fasi a bassa diluizione”;
  2. Nel caso in cui l’impresa preveda investimenti di cui al punto 1 o sia già dotata di macchinari di estrazione a 2, 3 fasi o 3 fasi a bassa diluizione, è ammissibile l’acquisto di macchinari e attrezzature di lavorazione, stoccaggio e confezionamento dell’olio extravergine di oliva e dei relativi sottoprodotti/reflui di lavorazione. Si precisa che, laddove l’impresa fosse già dotata degli impianti di cui al punto precedente, non è possibile acquistare un nuovo impianto di estrazione in aumento della capacità produttiva.
  3. opere di ammodernamento/ampliamento di fabbricati per nuovi impianti e tecnologie nel rispetto del principio DNSH, fino al 30% del totale del progetto. Gli interventi edili devono essere funzionali all’installazione dei macchinari.
  4. Spese per acquisto/sviluppo di programmi, brevetti, licenze, marchi, ecc.
  5. Spese generali

Modalità di erogazione

La forma di erogazione prevista è quella del contributo in conto capitale fino al 65% della spesa ammissibile, fino ad un massimo di 500mila euro. In caso di giovani agricoltori, tale aliquota è aumentata fino all’80%.

Termini di presentazione

Il termine per la presentazione delle domande scadrà alle ore 16 del 18 dicembre 2023.

Assicurati questi contributi: AFFRETTATI, C’È POCO TEMPO A DISPOSIZIONE! Contattaci tramite form o via WhatsApp.

Resta aggiornato su questo bando iscriviti alla nostra newsletter o in alternativa su WhatsApp!

Autore

News recenti

Categorie

Gare e Appalti pubblici
Buona Pasqua dallo staff di Gruppo ABT!
×