Search
Close this search box.

Sicurezza nei luoghi di lavoro, ritorna il Bando ISI INAIL con la dotazione più alta di sempre

Tempo di lettura: 7 minuti

Lo scorso 20 dicembre è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale italiana numero 296 l’estratto dell’avviso per il bando ISI INAIL 2023.

La dotazione finanziaria è la più alta di sempre, 500 milioni di euro a “fondo perduto” per realizzare progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il contributo erogato dall’INAIL è pari al 65% (80% in caso di giovani agricoltori) fino ad un massimo di € 130.000 rispettando i regolamenti sul “de minimis”.

Nel nuovo bando sono 5 gli assi di riferimento con proprie dotazioni e caratteristiche di seguito elencate:

Asse 1.1 – Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici

BENEFICIARI

Imprese con sede operativa in Italia alla data della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del bando iscritte alla C.C.I.A.A. Limitatamente alla tipologia di intervento “d” possono accedere ai fondi anche gli Enti del Terzo Settore iscritti nel RUNTS. Sono escluse dalla partecipazione a questo Asse le imprese agricole operanti nella produzione primaria dei prodotti agricoli.

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

A. Riduzione del rischio chimico

Progetti di riduzione o eliminazione del rischio mediante l’acquisto e l’installazione di:

– impianti di aspirazione e captazione gas, fumi, nebbie, vapori o polveri

– cappe di aspirazione

– cabine di verniciatura/spruzzatura/carteggiatura

– sistemi di isolamento dell’operatore (glove box, sistemi di caricamento agenti chimici, ecc.)  

B. Riduzione del rischio rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine

Progetti di riduzione del rischio mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e macchine

C. Riduzione del rischio derivante da vibrazioni meccaniche

– martelli demolitori, perforatori, picconatori elettrici, idraulici, pneumatici, seghe e motoseghe, decespugliatori, tagliaerba, motocoltivatori chiodatrici, compattatori vibro-cemento, limatrici, levigatrici orbitali e smerigliatrici, cubettatrici, ribattitrici, trapani a percussione e avvitatori ad impulso
– macchine con operatore a bordo

D. Riduzione del rischio da movimentazione manuale di persone

Progetti che migliorano le modalità di movimentazione delle persone mediante:

– l’acquisto dei seguenti dispositivi medici e dei relativi accessori che consentono di spostare più facilmente le persone riducendo le sollecitazioni meccaniche per il rachide dell’operatore:

  1. teli ad alto scorrimento
  2. tavole di scorrimento
  3. assi in materiale rigido
  4. cinture ergonomiche
  5. carrozzine
  6. dischi girevoli
  7. ausili specifici per grandi obesi
  8. attrezzature idonee al sollevamento di persone

– la sostituzione di letti di degenza

E. Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi mediante interventi di automazione

Progetti di riduzione o eliminazione del rischio legato alle operazioni di movimentazione manuale di unità di carico di massa uguale o superiore a 3 kg, da realizzarsi mediante l’acquisto dei seguenti tipi di macchine:

  1. sistemi automatici di alimentazione e scarico
  2. robot
  3. pallettizzatori e depallettizzatori automatici

F. Riduzione del rischio emergenza nel settore della Pesca

Progetti di riduzione del rischio mediante acquisto di:

  1. dispositivi lanciasagola
  2. trasmettitori di localizzazione di emergenza automatici in caso di ribaltamento dell’unità
  3. radiogoniometri
  4. giubbotti di salvataggio autogonfiabili con integrati trasmettitori di localizzazione di emergenza (PLB) dotati di luci stroboscopiche e imbraghi per verricellamento
  5. tute stagne da sopravvivenza e lavoro, finalizzate alla protezione termica, in trilaminato con rinforzi in Kevlar
  6. defibrillatore semi automatico esterno (DAE)
  7. sistemi di comunicazione integrata nei caschi individuali con auricolare e microfono stagni
  8. scale di recupero uomo a mare
  9. zattere di salvataggio

G. Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi nel settore della Pesca

Progetti di riduzione del rischio mediante l’acquisto e l’installazione di:

  1. sistemi di trasporto e/o di alimentazione
  2. piattaforme rialzabili
  3. macchine e nastri per la vagliatura e il trasporto del pescato
  4. dispositivi per la movimentazione automatica di aggancio dei divergenti con imbarco
  5. dispositivi per la movimentazione automatica dei bighi/stanghe da pesca
  6. macchine per la produzione del ghiaccio

Asse 1.2 – Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

BENEFICIARI

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI EN ISO 45001:2023
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti Sociali
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato

Asse 2 – Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici

Imprese con sede operativa in Italia alla data della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del bando, iscritte alla C.C.I.A.A., e gli Enti del Terzo Settore iscritti nel RUNTS.

Sono escluse dalla partecipazione a questo Asse le imprese agricole operanti nella produzione primaria dei prodotti agricoli e le imprese operanti in specifici settori di attività rientranti nel successivo Asse 4.

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

a)      Riduzione del rischio di caduta dall’alto:

progetti di riduzione del rischio mediante l’acquisto e l’installazione permanente delle seguenti tipologie di ancoraggi:

  1. puntuali
  2. lineari flessibili
  3. lineari rigidi

b)    Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine obsoleti

AMBITO: ai fini della presente Tipologia di intervento sono ammissibili a finanziamento i progetti di sostituzione di:

– macchine immesse sul mercato antecedentemente alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento della direttiva 98/37/CE (ex 89/392/CEE e s.m.i.)

– trattori agricoli o forestali immessi per la prima volta sul mercato antecedentemente al 1 gennaio 1998

Le macchine e i trattori agricoli e forestali sostituiti devono essere alienati dall’impresa esclusivamente tramite rottamazione.
Nell’ambito delle macchine movimento terra, sono ammissibili a finanziamento esclusivamente quelle compatte.

c) Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete

Ai fini della presente Tipologia di intervento sono finanziabili i progetti di sostituzione di macchine immesse sul mercato antecedentemente alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento della direttiva 2006/42/CE e successivamente alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento della direttiva 98/37/CE (ex 89/392/CEE e s.m.i.).

Nell’ambito delle macchine movimento terra, sono ammissibili a finanziamento esclusivamente quelle compatte. Le modalità di alienazione sono le seguenti:

  1. permuta presso il rivenditore con cui si perfeziona l’acquisto per le macchine conformi alla direttiva 98/37/CE (ex 89/392/CEE e s.m.i.); in questo caso è comunque facoltà dell’impresa rottamare le macchine sostituite;
  2. rottamazione per le macchine non conformi alla direttiva 98/37/CE (ex 89/392/CEE e s.m.i.).

d) Riduzione del rischio da lavorazioni in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento

Progetti di riduzione del rischio di intossicazione, asfissia, esplosione mediante l’acquisto di:

  1. sistemi di monitoraggio ambientale
  2. sistemi automatizzati e robot per l’esecuzione di lavori in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, incluse le operazioni di saldatura e le attività di pulizia e depurazione
  3. dispositivi, sistemi e droni per l’accesso e le ispezioni negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento
  4. dispositivi e sistemi per il recupero dei lavoratori che operano in tali ambienti

Asse 3 – Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

BENEFICIARI

Imprese con sede operativa in Italia alla data della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del bando, iscritte alla C.C.I.A.A.

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

  • Rimozione di coperture in cemento-amianto e loro rifacimento rimozione di MCA da mezzi di trasporto
  • Rimozione di coperture e controsoffitti in cemento-amianto e rifacimento delle coperture

Asse 4 – Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività

BENEFICIARI

Micro e piccole imprese con sede operativa in Italia alla data della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del bando, iscritte alla C.C.I.A.A. esclusivamente con uno dei seguenti codici ATECO

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

a. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine

Progetti di riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine.

AMBITO: ai fini della presente Tipologia di intervento sono finanziabili i progetti di sostituzione di macchine immesse sul mercato antecedentemente alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento della direttiva 2006/42/CE.

Non sono finanziabili le macchine semoventi con operatore a bordo.

DEFINIZIONI: per “rischio infortunistico” si intendono i rischi:

  1. di taglio e/o cesoiamento, schiacciamento, urto o proiezione di materiale dovuto agli organi di lavorazione delle macchine
  2. di ustione da contatto con parti calde delle macchine o con solidi, liquidi o gas/vapori derivanti dalle lavorazioni
  3. di ustione da assideramento
  4. elettrico

b. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di apparecchi elettrici

Progetti di riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di apparecchi elettrici.

AMBITO: ai fini della presente Tipologia di intervento sono finanziabili i progetti di sostituzione di apparecchi elettrici immessi sul mercato antecedentemente alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento della direttiva 2014/35/CE.

DEFINIZIONI: per “rischio infortunistico” si intendono i rischi:

  1. di taglio e/o cesoiamento, schiacciamento, urto o proiezione di materiale dovuto agli organi di lavorazione delle macchine
  2. di ustione da contatto con parti calde degli apparecchi elettrici o con solidi, liquidi o gas/vapori derivanti dalle lavorazioni
  3. di ustione da assideramento
  4. elettrico

Asse 5 – Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

BENEFICIARI

Micro e piccole imprese con sede operativa in Italia alla data della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del bando, che esercitino l’attività di produzione primaria dei prodotti agricoli, iscritte nella sezione speciale “Imprenditori agricoli, Coltivatori diretti, Imprese agricole” del Registro delle imprese.

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

  1. Adozione di soluzioni innovative per il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola tramite l’acquisto di macchina agricola e forestale priva di motore, che determina un miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola
  2. Adozione di soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti tramite:

a) Acquisto di trattore agricolo o forestale o di macchina agricola e forestale alimentati a gasolio e aventi, per almeno tre parametri, valori delle emissioni inquinanti inferiori di oltre il 50% ai valori limite previsti dalla vigente normativa

b) Acquisto di trattore agricolo o forestale o di macchina agricola e forestale alimentati a gasolio e aventi, per almeno tre parametri, valori delle emissioni inquinanti inferiori dal 30 al 50% ai valori limite previsti dalla vigente normativa 

c) Acquisto di macchina agricola e forestale alimentata a benzina e avente, per almeno un parametro, valori delle emissioni inquinanti inferiori di oltre il 35% ai valori limite previsti dalla vigente normativa

d) Acquisto di macchina agricola e forestale alimentata a benzina e avente, per almeno un parametro, valori delle emissioni inquinanti inferiori dal 20% al 35% ai valori limite previsti dalla vigente normativa

e) Acquisto di trattore agricolo o forestale o di macchina agricola e forestale con motore elettrico o a metano

f) Acquisto di attrezzatura intercambiabile che permette un abbattimento delle emissioni inquinanti attraverso la riduzione del consumo di carburante della macchina motrice o del trattore del 30% rispetto ad analoga attrezzatura intercambiabile di proprietà dell’impresa

Termini di presentazione

Entro il 21 febbraio 2024 verranno comunicate dall’Inail le date di apertura e chiusura della procedura informatica per la presentazione delle domande.

Non perdere questa opportunità: contattaci tramite form o su WhatsApp !

Rimani aggiornato su questa ed altre notizie iscrivendoti alla nostra newsletter!

Autore

News recenti

Categorie

Gare e Appalti pubblici
Buona Pasqua dallo staff di Gruppo ABT!
×