Search
Close this search box.

La PEC diventa Europea: nuove regole per la sicurezza

Gruppo ABT
Tempo di lettura: < 1 minuto

La Posta Elettronica Certificata (PEC) da quest’anno si adatta pienamente al Regolamento Europeo 910/2014 eIDAS. Rispetto ad un indirizzo mail ordinario, la posta elettronica certificata ha valore legale. Per conferire maggiore autorità e veridicità a questo strumento, è necessario che gli utenti adeguino la propria pec agli standard europei.

Per eseguire questo processo, è necessario eseguire due step:

  1. Verifica dell’identità, attraverso differenti modalità: con SPID, CIE, firma digitale, Tessera Sanitaria/CNS o video riconoscimento con operatore;
  2. Attivazione della funzionalità di verifica in 2 passaggi (2FA): per accedere alla pec, oltre alle classiche credenziali (username/indirizzo pec + password), viene richiesto un secondo fattore di autenticazione, ovvero l’associazione di un dispositivo sul quale ad ogni accesso verrà richiesta un’ulteriore conferma (ad esempio attraverso una notifica tramite app, sms/email con codice OTP, ecc.).

Per tale ragione, da qualche tempo i gestori di pec presenti sul mercato stanno gradualmente adeguandosi a questa procedura, per consentire agli utenti di adeguare la propria casella e di ottenere un badge di pec verificata (di solito un piccolo bollino blu con spunta bianca all’interno).

Hai già una casella PEC? Contatta i nostri professionisti dei prodotti digitali tramite form o via WhatsApp.

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato su tutte le nostre notizie!

 

 

Autore

News recenti

Categorie

Gare e Appalti pubblici
Buona Pasqua dallo staff di Gruppo ABT!

AVVISO:

Oggi 13/05/2024 gli uffici resteranno chiusi per un corso di aggiornamento. Per urgenze inviare una mail all’indirizzo pratiche@gruppoabt.com o un WhatsApp al numero 377 375 8844

×